Christian Combaz

leone ardente - leonardo da vinci

Leone ardente o la confessione di Leonardo da Vinci.

"Castello di Ambroise. Leonardo da Vinci è disteso sul letto di morte. Delira, si confessa. Segreti, visioni, ricordi. Accanto a lui Francesco Melzi, l’ultimo giovane compagno di una vita geniale e sregolata. Ma è Salai che Leonardo vorrebbe al suo capezzale, l’allievo prediletto, il traditore. La fuga delle idee e della vita; frammenti di tempo contato raccolgono realtà e illusione, le intrecciano all’ultimo respiro di morte. L’accusa per sodomia, l’arresto e il carcere da giovanissimo, la ricerca disperata dell’affetto paterno, l’incapacità di comunicare con la madre, l’orgoglio, la pessima reputazione, il disprezzo di Michelangelo, l’invidia per il giovane Raffaello. Il Leone Ardente ritratto nei Taccuini, si arrende di fronte al corso delle cose."
Pubblicato in

Lascia una risposta

LOGIN

Password dimenticata

Registrazione

Vedi il tuo carrello

FACEBOOK

TWITTER

€0.000 oggetti